Una casa off-grid da 100 mq a Zero emissioni di CO2

Off grid significa senza rete: senza dipendere dai grandi fornitori di energia.
La ricerca tecnologica de La Fabbrica del Sole e la creatività dell’architetto Mario Cucinella creano un edificio capace di autoprodurre l’energia di cui necessita, restituendo un perduto piacere dell’abitare ed inducendo comportamenti virtuosi nel vivere contemporaneo.

Sfruttando l’energia solare (assorbita dai pannelli fotovoltaici collocati sui tetti) si scinde la molecola dell’acqua (piovana) e si ottiene l’idrogeno, un gas leggero utile in moltissime applicazioni industriali, ma in grado anche di alimentare i fornelli delle case, e, in questo caso, i generatori a fuel cells. La grande novità rispetto ad altre realtà che già utilizzano fonti di energia pulita (eolica e solare) è la possibilità dello stoccaggio della fonte energetica.

A differenza del vento e del sole, l’idrogeno infatti può essere reso sempre disponibile perché conservato semplicemente in speciali contenitori.

A questo punto tutto il resto è consequenziale: liquami riutilizzati, perché raccolti in vasche himoff e depurati in vasche di fitodepurazione, ed acqua riutilizzata una seconda volta per tutti gli usi non potabili.

Consapevolezza ed attenzione sono le caratteristiche di chi vive condividendo questa realtà abitativa a zero emissioni, che non richiede grandi opere, ma solo dei pannelli solari collocati sopra i tetti.

Dal punto di vista economico, un contenimento dei costi di realizzazione garantito da sistemi di prefabbricazione leggera e flessibile e ad un’ impiantistica architettonicamente integrata, (superfici captanti energia solare per i mesi invernali, circolazione interna dell’aria per quelli estivi).

Strategie passive per rendere l’edificio una macchina intelligente e bioclimatica, ma anche un sistema meno soggetto a guasti, sabotaggi, e black out.

Una prospettiva nuova del vivere contemporaneo.

Guarda il video...