Cultura / FilosofArti 2010 - Carlo Sini



Codice da incorporare



Una volta effettuata la selezione, copia e incolla il codice riportato sopra.

129 visualizzazioni

Data registrazione: 06/03/2010
Luogo: Gallarate

Iscritivi alla nostra newsletter
Caricamento

CARLO SINI
Questioni di vita al tempo della tecnica


Nel nostro tempo l'uomo sperimenta un potere inedito sulla vita e sulla morte ed è chiamato a una riflessione profonda sulla responsabilità che scaturisce da tale potere e sui modi di esercitarlo. Si aprono nuove possibilità per la vita e la salute ma si profila anche il rischio di una presenza disumanizzante della tecnica, che porti a ritenere praticabile tutto ciò che tecnicamente è possibile. La ricerca di vie di umanizzazione della cura è una sfida continua per la medicina, in dialogo con le scienze umane. È una questione fondamentale di vita per i singoli e la comunità. Al filosofo la riflessione sugli strumenti, i metodi e i linguaggi per un'educazione alla responsabilità e una maturazione etica al tempo della tecnica.

CARLO SINI
È stato titolare della cattedra di Filosofia Teoretica presso l'Università Statale di Milano dal 1976 al 2009. È membro dell'Accademia dei Lincei e dell'Institut International de Philosophie di Parigi. Di formazione fenomenologica, ha introdotto in Italia lo studio del pensiero pragmatista americano per poi sviluppare la sua ricerca prevalentemente attorno alle filosofie di Peirce ed Heidegger, nel tentativo di far convergere, sul filo dell'ermeneutica, il pensiero di questi. La sua proposta teoretica si è analogamente concentrata sul tema della scrittura e del segno come forme logiche del pensiero occidentale. Tra le sue numerose opere si ricordano in particolare: Il pragmatismo americano (1972); Immagini di verità. Dal segno al simbolo (1985); Teoria e pratica del foglio - mondo (1997); Idoli della conoscenza (2000); Figure dell'enciclopedia filosofica (2004-2005); Eracle al bivio. Semiotica e filosofia (2007) e L'uomo, la macchina e l'automa: lavoro e conoscenza tra futuro prossimo e passato remoto (2009).