Libri / Incontro con gli autori: Enzo Biagioni



Codice da incorporare



Una volta effettuata la selezione, copia e incolla il codice riportato sopra.

213 visualizzazioni

Data registrazione: 11/05/2008
Luogo: Torino

Iscritivi alla nostra newsletter
Caricamento

Ci fermavamo sempre al bottegone
 
La presenza della più grande miniera di amianto d’Europa, proprio alle prime pendici delle Alpi, in provincia di Torino, ha determinato i fatti che si raccontano in questa storia. Una storia che si intreccia con una singolare legge dello stato.
Le vicissitudini amare toccate in sorte a una folta schiera di minatori e gli esiti sconfortanti della legge di dismissione dell’amianto, che in Italia interessa ormai centinaia di migliaia di persone, è quanto viene offerto in questo scritto proposto dopo un arco di tempo che se in parte ha lenito la combustione delle inquietudini, dall’altro si propone di non cedere spazio a intromissioni. La cronaca quotidiana e infinita dell’argomento amianto, in quest’ultimo decennio, ha determinato una giusta rabbia che ha portato l’autore a mettere alla luce tutta la storia, miniera, legge e post-legge. Una verità, quella dell’amianto che fa contemporaneamente, rumore, scandalo, notizia ma che purtroppo è il più delle volte manipolata. Ripercorrere le tappe di ciò che è accaduto, recuperando alla memoria i discutibili metodi di chiusura della miniera e gli altrettanto discutibili processi di attuazione della legge, consente di riaprire il dibattito in una luce nuova. A dispetto di quelle che avrebbero dovuto essere le migliori intenzioni della politica rispetto al progetto di dismissione di un prodotto pericoloso, si scoprono speculazioni, inadempienze e spreco di denaro pubblico. Sotto il profilo della difesa della salute, soprattutto per la categoria di coloro che dovrebbero essere i più tutelati, si assiste alla quasi totale impotenza delle strutture preposte.

Link
Amianto
Legge 257 del 27 marzo 1992
Primo Levi - Sistema Periodico - Nichel

ENZO BIAGIONI nasce a Piombino nel 1944. Tecnico all'amiantifera di Balangero per oltre vent'anni ne ha vissuto l'esperienza della chiusura che viene raccontata sul libro 

Sito Bradipolibri