Cultura / FilosofArti 2009: Massimo Cacciari



Codice da incorporare



Una volta effettuata la selezione, copia e incolla il codice riportato sopra.

308 visualizzazioni

Data registrazione: 03/03/2009
Luogo: Gallarate

Iscritivi alla nostra newsletter
Caricamento

FilosofARTI 2009 - Festival di Filosofia

Lezione Magistrale di Massimo Cacciari
Geofilosofia dell'Europa

MASSIMO CACCIARI, nato a Venezia nel 1944, si è laureato a Padova in Filosofia, con una tesi sulla "Critica del Giudizio" di Kant, dopo aver lavorato in quell'Università soprattutto con il Professor Carlo Diano in Letteratura e Filosofia greca e con il Professor Sergio Bettini in Estetica e Storia dell'Arte. Già negli anni dell'Università ha collaborato con la Cattedra di Letteratura Artistica che teneva a Venezia il Professor Giuseppe Mazzariol. Dopo la laurea è stato assistente del Professor Dino Formaggio presso la Cattedra di Estetica di Padova. Dall'anno accademico 1970-1971 ha avuto un incarico di Letteratura artistica presso l'Istituto Universitario di Architettura di Venezia ed è iniziata in quegli anni la sua amicizia e collaborazione con Manfredo Tafuri. Nel 1980 è diventato Associato di Estetica e nel 1985 Ordinario della stessa materia. Nel 2002 diviene Preside della Facoltà di Filosofia dell'Università "Vita e Salute San Raffaele" di Milano. Dal 1998 al 2006 è stato inoltre Direttore del Dipartimento di Filosofia dell'Accademia di Architettura dell'Università di Lugano in Svizzera.

È stato deputato al Parlamento italiano dal 1976 al 1983; sindaco di Venezia dal 1993 al 2000; deputato al Parlamento Europeo nel 1999-2000, carica da cui si dimise in quanto eletto consigliere regionale del Veneto (2000). E' nuovamente sindaco di Venezia dal 2005. E' presidente della Fondazione Teatro La Fenice, e vice presidente della Fondazione la Biennale di Venezia.

Ha tenuto corsi e conferenze in tutte le principali sedi del dibattito filosofico europeo. E' stretto collaboratore dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli e del Collége de Philosophie di Parigi. Laurea honoris causa in Architettura conferita dall'Università degli Studi di Genova nell'ottobre 2003. Laurea honoris causa in Scienze politiche conferita dall'Università degli Studi di Bucarest nel maggio 2007. Tra i più significativi riconoscimenti internazionali sono il premio Hannah Arendt per la filosofia politica nel 1999; quello dell'Accademia di Darmstadt per la diffusione della cultura tedesca all'estero nel 2002 e la Medalla de Oro del Circolo delle Belle Arti di Madrid nel 2005.

È stato co-fondatore e condirettore di alcune delle riviste che hanno segnato il dibattito culturale, politico e filosofico italiano degli ultimi decenni, da "Angelus novus" (1964/1971) a "Contropiano" (1968/1971), da "Laboratorio politico" (1981/1985) a "Il centauro" (1981/1986), a "Paradosso" (1990/2000), lavorando con personalità quali De Giovanni, Sini, Givone, Vitiello, Asor Rosa e molti altri.

I suoi libri, molti dei quali tradotti nelle più importanti lingue europee e alcuni anche in giapponese, sono Krisis, Feltrinelli, 1976, la cui ultima edizione, l'ottava, risale al 1983; Pensiero negativo e razionalizzazione, Marsilio, 1977; Dallo Steinhof, Milano 1980, di cui è imminente una nuova edizione; Icone della Legge, Adelphi, 1985, di cui è uscita recentemente una nuova edizione; L'Angelo necessario, Adelphi 1986, giunto alla sesta edizione; Dell'inizio, Adelphi 1990, di cui è uscita nel 2001 una nuova edizione riveduta ed ampliata; Geo-filosofia dell'Europa, Adelphi 1994, di cui è imminente la quarta edizione; L'Arcipelago, Adelphi 1997; Della cosa ultima, Adelphi 2004. Molti suoi libri sono apparsi soltanto all'estero. Tra di essi ricordiamo: Zeit ohne Kronos, Ritter Verlag 1986; Dran. Méridiéns de la décision, Editions de L'Eclat 1992; Drama y duelo, Tecnos 1987; Le dieu qui danse, Grasset 2000.