Libri / Incontro con gli autori: Davide Camarrone



Codice da incorporare



Una volta effettuata la selezione, copia e incolla il codice riportato sopra.

92 visualizzazioni

Data registrazione: 20/03/2008
Luogo: Palermo

Iscritivi alla nostra newsletter
Caricamento

I DIAVOLI DI MELÙSA

Si tratta di un giallo, che questa volta verterà sulle morti legate alle attività dei petrolchimici isolani nel nauseabondo quadrilatero della Sicilia: Gela, Augusta, Priolo e Melilli, per riproporre la storia di uno dei casi giudiziari più clamorosi della storia: quello di Salvatore Gallo, condannato all'ergastolo per l'omicidio del fratello Paolo che in realtà, sette anni dopo, si ripresentà vivo e vegeto.
Un episodio di mala giustizia che nel romanzo assume i nomi di Leonardo Caltabellotta, e del fratello Vincenzo: i due non si amano e non concordano sulle sorti delle loro proprietà. Un giorno, dopo l'ennesima lite violenta, Vincenzo sparisce e Leonardo viene arrestato.
Protagonista del romanzo è Giulio, un anziano farmacista che riceve la visita inaspettata di un suo vecchio compagno di studi, Alfredo Caltabellotta, figlio di Leonardo, ritornato in Sicilia dopo cinquant'anni e ora gravemente malato. Alfredo porta con sè un dossier scottante intitolato "L'innocenza di mio padre", preparato pazientemente nel tempo, collezionando articoli di giornale, sentenze e testimonianze.
Comincia un'infinita ricerca per scoprire il mistero della scomparsa del vecchio zio, datata 1949. Una ricerca che metterà a repentaglio la stessa vita del protagonista della storia, facendo emergere negligenze e malefatte dell'imprenditoria petrolchimica negli anni del boom economico. Sullo sfondo una Melùsa demoniaca nei riti tradizionali, ma innocua rispetto alle infernali ciminiere.


Editore: Rizzoli
Anno di pubblicazione: 09/2007
Numero di pagine: 220

Davide Camarrone, 40 anni, è giornalista della Rai a Palermo. Collabora con Panorama. Ha scritto per numerose testate giornalistiche, ed è autore di alcuni saggi, film documentari, testi teatrali e sceneggiature, tra le quali "Ce ne ricorderemo di questo pianeta", un docudrama dedicato a Leonardo Sciascia, premiato in numerose rassegne dedicate al cinema documentario.

http://libreriarizzoli.corriere.it