Teatro / Ti mando un bacio nell'aria



Codice da incorporare



Una volta effettuata la selezione, copia e incolla il codice riportato sopra.

81 visualizzazioni

Data registrazione: 03/02/2012
Luogo: CRT salone, Milano

Iscritivi alla nostra newsletter
Caricamento

Un match una partita verbale con due duellanti.
L'impossibiltà di accettare. Il desiderio di trovare una via d'uscita, posto davanti alla cinica realtà dei fatti. Davanti all'evidenza del fatto che, in un modo o in un altro, tutto è sopportabile, a tutto ci si può adattare. Tutto si dimentica prima o poi.
Un uomo e una donna. Lui e Lei. Intrappolati nell'impossibilità di fare la cosa giusta, di opporsi allo scorrere degli eventi, si fronteggiano cercando di portare la sfida sino a quel punto di rottura che sembra ormai sparito dalle coscienze. Quel punto da cui possa nascere un: "adesso basta!"
Basta. Ma forse l'orrore non basta mai. Forse davvero, tutto prima o poi diventa accettabile, normale, sopportabile, anche quando sopportare significa perdersi, dimenticare ciò che si è stati o si sarebbe voluti essere. Anche quando, a furia di dimenticare, ci si guarda allo specchio senza riconoscersi più.

Ti mando un bacio nell'aria
di Sabrina Petyx

Regia
Giuseppe Cutino

con
Massimo Verdastro
Sabrina Petyx

scena e costumi
Daniela Cernigliaro

movimenti di scena
Alessandra Fazzino

disegno luci
Marcello d'Agostino

assistente alle luci
Daniele Settipani

aiuto regia
Caterina Marcianò

ufficio stampa
Giulia Tatulli