Cultura / FilosofArti 2008: Salvatore Natoli



Codice da incorporare



Una volta effettuata la selezione, copia e incolla il codice riportato sopra.

116 visualizzazioni

Data registrazione: 08/03/2008
Luogo: Gallarate

Iscritivi alla nostra newsletter
Caricamento

FilosofARTI - Festival di Filosofia

Lezione Magistrale di Salvatore Natoli
L'Etica della felicità

Salvatore Natoli è da sempre attento agli interrogativi più urgenti del presente. La felicità, per dirla con le sue stesse parole, è un "tema d'esistenza, anzi, per usare una formula cara agli antichi, è il fine stesso della vita".
La felicità non sta solo nell'attimo, nell'acme cui perveniamo, ma nell'appartenere ad essa. La felicità è piacere d'esistere, fecondità. È espressione della vita che vuole se stessa e che trova compimento nella sua stesa realizzazione: nelle vite riuscite.
Per questo la felicità, come dice Nietzsche, non risiede tanto nella sazietà, ma nella gloria della vittoria, per questo ha la forza di rinvenire perfino sopra e oltre il dolore. In questo senso essa è frutto di virtù. Non è perciò un mero transitare, un sentimento labile, ma è un bene stabile. Coincide, infatti, con la capacità di trasformare gli ostacoli in sfide, di generare a ogni momento il bene e di fruirne.

SALVATORE NATOLI
Nato a Patti (ME) nel 1942. Laureato in storia della Filosofia, si è occupato recentemente della relazione tra linguaggio ed etica.
Già docente di Logica presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Venezia, attualmente insegna Filosofia della Politica presso la facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Milano. Ha collaborato a molte riviste, tra cui Prospettive settanta, Il centauro, Democrazia e diritto, Religione e società, Leggere, Bailamme e Metaxù.
Tra le ultime pubblicazioni, La filosofia del Novecento, con Silvana Borutti e Maurizio Ferraris, La felicità di questa vita. Esperienza del mondo e stagioni dell'esistenza (Mondadori), L'attimo fuggente o della felicità (Edizioni EdUP), Stare al mondo, Escursioni nel tempo presente (Feltrinelli), Libertà e destino nella tragedia greca (Morcelliana), Il cristianesimo di un non vedente (Qiqajon), La verità in gioco. Scritti su Focault (Feltrinelli) e guida alla formazione del carattere (Morcelliana).

Filosofarti è il titolo del festival di Filosofia che ha come come epicentro la città di Gallarate, città che propone la terza edizione di un’iniziativa già diventata un appuntamento annuale a cura del Teatro delle Arti di Gallarate e della Fondazione Culturale 1860 Gallarate Città.
Nato da un'idea coltivata e realizzata all'interno dello staff del Centro Culturale di Prosa del Teatro delle Arti, l'iniziativa ha infatti trovato nella Fondazione Culturale un partner di progetto oltre che un fattivo sostegno all'iniziativa. L'attenzione alle relazioni fra filosofia e scrittura, musica, teatro e cinema, arti visive e danza sarà dunque oggetto di molte manifestazioni, che spaziano dall'incontro con i più grandi teoreti della nostra contemporaneità.

www.fondazioneculturalegallarate.it
www.teatrodellearti.it