Cultura / FilosofArti 2010 - Edoardo Boncinelli



Codice da incorporare



Una volta effettuata la selezione, copia e incolla il codice riportato sopra.

63 visualizzazioni

Data registrazione: 03/03/2010
Luogo: Gallarate

Iscritivi alla nostra newsletter
Caricamento

Lezione Magistrale: Il tempo è in fuga?

Contemporaneo e non-contemporaneo si intrecciano costantemente e il nodo di quest'intreccio è il concetto di tempo: se nessuno me lo chiede so di cosa si tratta, ma se qualcuno mi interroga non so più spiegarmi, scrive Agostino nelle Confessioni. Che cos'è il tempo senza la memoria? È ciclico o lineare? Tutto ciò che è diritto mente. Ogni verità è curva, il tempo stesso è un circolo, dirà Nietzsche. Edoardo Boncinelli, un fisico che si occupa di genetica e biologia, ha inserito nella sua straordinaria attività di scienziato quella di psicoanalista di formazione junghiana. E uno e trino è lo "sguardo" di Boncinelli sul tempo: quello della fisica, della biologia e della psicologia. "C'è anche chi fantastica che il suo corpo possa in un futuro non lontano venir clonato e quindi divenire immortale, nel senso di continuamente rigenerato. È un'ipotesi un po' improbabile, ma non totalmente irrealistica. Si tratterebbe comunque dell'immortalità del corpo. La coscienza di un individuo, il suo patrimonio di ricordi e di conoscenze, non è clonabile. Come dire che è clonabile, forse, Edoardo Boncinelli, ma non sono clonabile io. E quindi che gusto c'è? Meglio viversi l'oggi il più gradevolmente possibile. E sapere che cosa esattamente vogliamo dalla vita e dal suo scorrere, lasciando alle montagne e alle particelle subatomiche la fatica di non invecchiare".


EDOARDO BONCINELLI
Laureato in fisica presso l'università di Firenze ma ha lavorato prevalentemente nel mondo della genetica.
È stato direttore del Laboratorio di Biologia Molecolare dello Sviluppo presso l’Istituto Scientifico dell’Ospedale San Raffaele di Milano e Direttore di Ricerca presso il Centro per lo Studio della Farmacologia Cellulare e Molecolare del CNR della medesima città, e direttore della SISSA, Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste.
Ha dedicato molti anni allo studio dei geni che regolano la disposizione e la formazione delle varie parti del corpo, ottenendo risultati apprezzati in tutto il mondo.

Le sue pubblicazioni però investono anche problemi di epistemologia, filosofia della scienza ed etica. Le principali in quest’ ambito sono: Il cervello, la mente e l’anima (1999); Verso l’immortalità? (2005); Tempo delle cose, tempo della vita e tempo dell’anima (2006); Il male: storia naturale e sociale della sofferenza (2007).