Sociale / Talassemia - Campus Ematologia Franco e Piera Cutino



Codice da incorporare



Una volta effettuata la selezione, copia e incolla il codice riportato sopra.

192 visualizzazioni

Data registrazione: 07/05/2013
Luogo: Campus Franco e Piera Cutino - Palermo

Iscritivi alla nostra newsletter
Caricamento

Un nuovo padiglione per i malati di talassemia. Un sogno diventato realtà. Realizzato esclusivamente grazie alla generosità di privati e famiglie di tutta Italia e dopo appena 3 anni di lavori, nasce a Palermo grazie all’Associazione Piera Cutino il nuovo Centro per la Talassemia e le altre malattie rare del sangue.

I lavori di costruzione, all’interno del Presidio Ospedaliero “Vincenzo Cervello” di Palermo, sono iniziati nel 2009 e oggi si è svolta la cerimonia solenne del taglio del nastro.

Il Campus ‘Franco e Piera Cutino’ è un polo d’eccellenza per l’intero territorio nazionale, con day hospital, un Centro di formazione per medici, biologi e tecnici provenienti dal bacino del Mediterraneo. Si migliorerà l’assistenza ai pazienti introducendo posti letto per la degenza e creando un piano da destinare a “Casa Amica” per i familiari dei degenti dell’intero Ospedale e per pazienti e personale sanitario proveniente dall’Area del Mediterraneo;

Il nuovo Campus è l’unica struttura in Europa ad inglobare anche la sala trapianto per la terapia genica. Il campus si estende su una superficie di circa 4.500 mq distribuiti su tre elevazioni e un seminterrato.

I lavori, coordinati dall’architetto Silvio Piccolo, iniziati nel 2009, si sono così conclusi e inaugurati oggi e da subito agibili per l’area di degenza/assistenza, con 18 posti letto di cui 2 in camere sterili destinati ai pazienti trapiantati, una ludoteca per i più piccoli, la “Casa Amica” con i suoi 50 posti letto per i familiari dei degenti dell’intera utenza dell’ospedale Villa Sofia – Cervello.

“Il dolore per la perdita di mia sorella, a causa della talassemia – dice Giuseppe Cutino, presidente della Fondazione Franco e Piera Cutino -, è stato elaborato dalla nostra famiglia trovando piena vita nell’associazionismo. Da qui, l’impegno a sostenere con tutti i mezzi possibili gli studi volti ad una concreta via di guarigione, trasformando un progetto utopico in una realtà tangibile".

È così che nel ’98 nasce l’Associazione Piera Cutino Onlus, con lo scopo di promuovere attività di informazione, prevenzione e assistenza sanitaria, ma anche con l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare alla ricerca scientifica. Allo stato attuale sono stati raggiunti notevoli progressi, grazie al lavoro svolto dall’Unità di Ricerca Piera Cutino, diretta dal professor Aurelio Maggio presso l’unità di Ematologia e Malattie Rare del sangue e degli Organi Ematopoietici dell’Azienda ospedaliera. Villa Sofia-Cervello di Palermo. In collaborazione con università a livello internazionale, sono stati elaborati, a tal proposito, protocolli più efficaci: la terapia genica e il trapianto in utero. Grazie alla ricerca, sostenuta dalla Fondazione, inoltre, quello per la talassemia dell’ospedale di Palermo è l’unico centro in Italia in cui è possibile, nell’ambito della prevenzione per le coppie a rischio, sapere già alla sesta settimana di gestazione la condizione di salute del bambino attraverso la diagnosi prenatale della celocentesi.

E adesso l’arrivo del padiglione intitolato a Franco e Piera Cutino, struttura dedicata alle talassemie e alle altre malattie ematologiche rare.

La Fondazione ringrazia i partner che hanno reso possibile il raggiungimento di questo primo traguardo: Enel Cuore Onlus, Novartis, Chiesi, Rotary Alcamo, Unicredit, IntesaSan Paolo, Banca Prossima, Sicilconad.